Irlanda: paese di natura e divertimento

La mia esperienza in Irlanda, tra Dublino e dintorni

La gente mi chiedeva: dove vai quest’estate in vacanza? Io tranquillamente rispondevo: vado a Dublino! Molti di questi rimanevano increduli e addirittura mi rispondevano che l’Irlanda era un paese buono per raccogliere ortaggi. Mi senti di dover smentire assolutamente questa gente. Dublino è una delle città più belle, ma mi sento di dire più calorose al mondo. Nonostante faccia quasi sempre freddo e le giornate sono quasi sempre cupe e tetre, Dublino vi scalda l’anima a priori. La cosa che più ci ha colpiti appena arrivati, perchè a viaggiare eravamo io e la mia fidanzata, è stata la lingua. La lingua ufficiale insieme all’inglese è l’irlandese. L’irlandese è una lingua celtica antichissima e nonostante non sia parlata da tutti in Irlanda sta trovando notevole rispolvero anche grazie alle scuole. Questa lingua è complicatissima ed ha un suono davvero impronunciabile. Pensate che sull’Aeroporto Internazionale di Dublino non c’è il nome appunto di Dublin, ma bensì Baile Atha Cliath, che in gaelico irlandese vuol dire appunto Dublino!

Quando siamo giunti nella capitale irlandese abbiamo preso il servizio Airlink diretto dall’aeroporto in quasi ogni zona della città. Il nostro albergo era il North Star Hotel, un hotel che consiglio a tutti. Premetto che si tratta di un 4 stelle, ma per tanti fattori io lo considero un 5 stelle. Il personale è stato gentilissimo, i servizi sono stati ottimi e soprattutto la nostra stanza l’ho trovata bella ma allo stesso tempo confortevole.

Gli spostamenti

Per quanto riguarda gli spostamenti voglio darvi un consiglio che io reputo molto utile. A Dublino non vi è la metro, ma soltanto pullman, tram e treni. Ma io non vi consiglio nessuno di questi per muovervi in città. Vi è il servizio Sightseeing Tour, ovvero i bus rossi scoperti che vi fanno fare il giro della città. Noi abbiamo comprato un biglietto valido per 48 ore, ma vi posso assicurare che se ne comprate uno da 24 ore potete utilizzarlo per sempre! Nei bus non viene mai controllata la data del biglietto. Quindi potete fare come abbiamo fatto noi, che siamo stati 1 settimana muovendoci con un biglietto valido 48 ore! Se invece volete raggiungere zone di Dublino che non rappresentano attrazioni turistiche potete scegliere o i tram o i pullman o i treni.

Dublin Sightseeing Bus

Cosa abbiamo visto a Dublino

Trinity College

Tappa fondamentale a Dublino è la visita del famosissimo e antichissimo Trinity College. Si tratta di una delle Università più antiche dell’Irlanda e la sua fondazione risale al 1592. La biblioteca del College conserva cinque milioni di testi tra i quali un’importante collezione di manoscritti, tra i quali il famoso Book of Kells. Noi personalmente abbiamo preferito visitare l’esterno del College e non fare la fila anche se ammetto che un pò di rammarico ce l’ho. All’esterno è possibile trovare anche la cappella e l’enorme parco dove studenti e non vanno a correre.

 

Una delle ale del Trinity College

La cappella del Trinity College

L’ingresso del Trinity College

Guinness Storehouse

La Guinness Storehouse è l’ex birrificio Guinness ormai in disuso e dedita a museo. Essa si trova vicino all’attuale birrificio Guinnes. La fabbrica della Guinness è stata fondata da Arthur Guinness nell’anno 1759. Visitando il vecchio birrificio potrete scoprire la storia di questa fantastica birra scura e potrete apprendere le antiche tecniche di lavorazione. Inoltre c’è la possibilità ovviamente se siete maggiorenni di assaggiare la birra in un’apposita stanza per gli assaggi.

Ecco alcune foto:

Ingresso – Guinness Storehouse

I vecchi macchinari – 1

I vecchi macchinari – 2

I vecchi macchinari – 3

Cattedrale di San Patrizio

Tappa obbligatoria è anche l’antichissima Cattedrale di San Patrizio, la chiesa protestante più importante dell’Irlanda. La cattedrale nonostante sia stata fondata nel 1191 non ha ancora alcun vescovo in quanto il merito spetta alla Cattedrale di Christchurch. Per entrare abbiamo dovuto pagare ma il prezzo è accessibile a tutti quanti. Ecco alcune foto della Cattedrale:

Cattedrale di San Patrizio fuori

Cattedrale di San Patrizio dentro

Phoenix Park

Il Phoenix Park è uno dei parchi più grandi del mondo in quanto ha un’estensione di 712 ettari. Per questo supera in estensione sia il Central Park di New York che l’Hyde Park di Londra. Personalmente io con la mia fidanzata abbiamo noleggiato delle bici con le quali ci siamo mossi, perchè a piedi riesci a vedere ben poco. Inoltre nel suddetto parco è presente lo Zoo di Dublino che è altrettanto grande e racchiude moltissimi animali.

L’obelisco situato in Phoenix Park

Rinoceronte allo Zoo di Dublino

L’ingresso dell’ambasciata americana al Phoenix Park

Fenicotteri rosa allo Zoo di Dublino

Temple Bar

A Dublino è presente un enorme quartiere dove si trovano tutti i migliori pub e ristoranti della città. Le tipologie variano dall’etnico al tipico pub irlandese.

Temple Bar by Night

Noi abbiamo mangiato all’Old Mill e all’Old Storehouse situati in Temple Bar. Io vi consiglio di mangiare l’Irish Stew, ovvero lo stufato di carne con una bella birrozza locale. La peculiarietà dei pub irlandesi è ovviamente la musica folk dal vivo, uno spettacolo assoluto. Anche se i prezzi sono abbastanza elevati dovete assolutamente mangiare o almeno gustare una birra a Temple Bar.

Irish Stew all’Old Storehouse

Concerto dal vivo all’Old Storehouse di Dublino

Kilmainham Gaol

La prigione di Kilmainham va assolutamente visitata. Il biglietto costa pochi euro, ma vi consiglio di prenotarlo in anticipo anche recandovi in loco perchè vanno a ruba. La prigione ha ospitato i principali ribelli irlandesi ed alcuni di essi sono stati anche giustiziati in questo posto. I leader della Rivoluzione di Pasqua ad esempio furono giustiziati qui e l’ultimo prigioniero fu Eamon de Valera, presidente della Repubblica d’Irlanda dal 1959 al 1973.

Interno della prigione

Luogo dove venivano giustiziati i prigionieri – esterno della prigione

Fuori città:

Howth

Howth è la zona balneare di Dublino. Praticamente è l’ultimo luogo raggiungibile in treno prima dello sbocco sul mare. A Howth ci sono i migliori ristoranti e pub ittici della città e soprattutto è possibile scalare la collina per raggiungere il grande Faro di Howth. E’ stata una delle esperienze più belle e allo stesso tempo paurose della mia vita. Le stradine collinari erano molto strette e soprattutto a strapiombo sul mare. Devo ammettere che la mia ragazza Alina ha avuto più stomaco di me. Howth si raggiunge in treno, per esempio noi l’abbiamo raggiunta dalla stazione di Connolly che era a due passi dal nostro hotel.

Il faro di Howth

La mia bellissima ragazza ad Howth

Fast food ittico a Howth

Tour nella Contea di Antrim

Per circa 65 euro a persona abbiamo fatto un tour in Irlanda del Nord che comprendeva le seguenti mete: Giant’s Causway, Carrick a Rede Rope Bridge, Dark Hedges ed infine un giro guidato per la città di Belfast. Giant’s Causeway o anche Selciato del Gigante è una riserva mineraria costituita da pietre vulcaniche che hanno forma circolare. E’ stato veramente bellissimo salire su queste pietre che insieme formano uno spettacolo roccioso. Il Carrick a Rede Rope Bridge è un luogo naturale dove è presente un ponte in legno attraversabile che unisce due montagne. Infine Dark Hedges sono una riserva boschiva dove sono presenti degli alberi che hanno davvero una forma particolarissima. Questi ultimi hanno ospitato le riprese di Game of Thrones.

Ecco alcune foto a testimonianza di questa fantastica esperienza:

Giant’s Causeway

Carrick a Rede Rope Bridge

Dark Hedges

Che cosa non mi è piaciuto

Sono poche le cose che non mi sono piaciute e si contano sulle dita di una mano, per l’esattezza due. La prima cosa è stata il tour in taxi della città di Belfast in un’ora. Anzitutto non era una guida turistica ma bensì un tassista a parlare, e seconda cosa il tour ha compreso non una visita rapida dei monumenti più importanti, ma bensì di murales che raffiguravano la storia dell’Irlanda. La seconda cosa che non mi è piaciuta è stata la visita al Museo di Arte Moderna di Dublino, che reputo troppo vuoto e scarno per essere visitato e goduto al meglio.

Tiriamo le somme

Può avere qualche piccolo lato negativo ma la città di Dublino ha tanto da dare ai turisti. Unica pecca è che non vi sono molte offerte turistiche e quindi per soggiornare in Irlanda bisogna sborsare molti più soldi. L’Irlanda ha un patrimonio artistico, storico e naturale da fare invidia a tutti i paesi del mondo. L’Irlanda deve essere valorizzata! Concludo esortandovi assolutamente a visitare l’Irlanda e non soltanto Dublino. Ci sono molte altre città che anche io ho ancora voglia di scoprire in futuro come Cork, Galway ecc…

Un saluto e grazie Dublino!!!!!!

Share

1 Commento

  1. Rolando T Morales

    I have been browsing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours.
    It is pretty worth enough for me. In my opinion, if all website
    owners and bloggers made good content as you did,
    the web will be much more useful than ever before.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti