Yemen: la guerra dimenticata dai media occidentali

La guerra in Yemen ha causato 66 morti in 24 ore, ma i media occidentali non ne parlano

 

Ciò che i media non dicono è che in Yemen tra la giornata di lunedì e quella di martedì ci sono stati 66 morti. I combattimenti tra l’esercito governativo e i ribelli sciiti, congiunti con i sostenitori dell’ex Presidente Ali Abdallah Saleh, hanno causato la morte di 66 persone. L’obiettivo dei governativi è di espellere i ribelli della fascia costiera nei pressi dello Stretto di Babel-Mandeb che divide e unisce il Mar Rosso con il Golfo di Aden e l’Oceano Indiano. In questa fascia costiera si fronteggiano Gibuti, sulla Costa africana e lo Yemen nella Penisola arabica. L’obiettivo prossimo dell’esercito governativo è quello di riprendere la città di Makha. Quest’ultima ha visto gli Sciiti Huthi scappare e dunque la città dovrebbe essere conquistata in tempi brevi. I raid aerei dei criminali internazionali dell’Arabia Saudita hanno ucciso 52 ribelli mentre 14 facenti parte delle forze governative.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti