La Giordania sostiene la politica di Putin su Siria

In un incontro al Cremlino con Putin, il re Abdallah II di Giordania ha espresso il suo sostegno alla Russia

 

Anche la Giordania, che è un paese pacifico e soprattutto governato da persone che sanno fare politica, ha capito l’importanza della Russia. Il re Abdallah II si è incontrato con Vladimir Putin e ha espresso sostegno per il processo avviato ad Astana. Questo vedrebbe Russia, Turchia e Iran in coalizione per monitorare l’esito del cessate il fuoco in Siria. Secondo Abdallah l’intervento della Russia è fondamentale per risolvere il problema del terrorismo in Siria e a livello mondiale. Con Donald Trump l’intento di Putin avrà esito positivo e ne sono sicuro. I poteri forti si stanno spazzando via. Si sta spazzando via l’establishment che ha gettato nel baratro molti paesi. L’alleanza Putin-Trump dunque è fondamentale affinchè ci possa essere la pace nel mondo. Inoltre, il segnale che ha dato un paese a maggioranza islamica come la Giordania è fortissimo. Si fa capire agli altri paesi che hanno supportato l’ISIS come l’Arabia Saudita, il Qatar o il Kuwait che l’era del controllo mediatico è finito. Da ora in poi le alleanze si fanno senza inutili compromessi ed è stata siglata un’alleanza mondiale che annienterà il fenomeno del terrorismo, che è stato creato dai servizi segreti occidentali.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti