Giornata mondiale del bikini, il costume che ha fatto scalpore

Il 5 luglio è la ricorrenza della giornata mondiale del bikini che rappresenta una svolta per la conquista del mondo femminile. Per questa libertà ottenuta, noi femminucce dobbiamo ringraziare lo stilista francese Louis Réard che per primo presentò questo capo così trasgressivo per quei tempi. Ora scopriamo qualcosa di più sulla storia del bikini.

La giornata mondiale del bikini

Il 5 luglio del 1946 si tenne la sfilata a Parigi presso la Piscine Molitor e lo stilista Louis Réard ne approfittò per presentare il famigerato bikini e fu una vera esplosione nucleare, nel vero senso della parola, sapete perchè?
Primo perchè fu subito scandalo per quei tempi e secondo per l’origine del nome che si ispirò ad un atollo delle isole Mashall sul quale in quei giorni gli USA facevano dei test nucleari!
Nulla fu lasciato al caso! Anche il tipo di bikini che presentò. Sapete com’era?
Il primo bikini fu fatto di fogli di giornale perchè lo stilista aveva previsto che la stampa avrebbe parlato parecchio sui quotidiani! Un’idea geniale e a tema!
Sappiate che faticò parecchio a trovare una modella che acconsentisse a sfilare per lui con un capo così succinto per il 1946. L’unica modella che trovò fu Micheline Bernardini, ballerina del Casino de Paris.
5 luglio Giornata mondiale del bikini, nel 1946 nasce il primo bikini
Micheline Bernardini in posa con il primo bikini della storia.

La storia del bikini

Ad oggi indossare il 2 pezzi sembra una scelta naturale ma alle spalle c’è una vera e propria storia del costume da bagno per cui è giustissimo celebrare la giornata mondiale del bikini!
Dalla nascita del bikini ad oggi ci sono state parecchie evoluzioni e sono stati inventati tanti tipi di modelli, bikini a fascia, bikini a triangolo e anche bikini monospalla così come la varietà dei tessuti e delle fantasie! Voi quale preferite?
Io, per una questione di praticità ed abbronzatura senza “segni bianchi”, preferisco quello a fascia con il laccetto staccabile!
Giornata mondiale del bikini
Io e il mio bikini a Virgin Gorda
Molte modelle e attrici dalla fine degli anni ’40 in avanti, iniziarono a mostrare l’ombelico contribuendo così a “scrivere” la storia del bikini.
A partire da Marilyn Monroe che lo portò con estrema eleganza e le sue foto dell’epoca fecero il giro del mondo!
bikini di Marilyn Monroe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ursula Andress in Agente 007 – Licenza di uccidere sfoggiò un bikini bianco con il coltello nello slip oppure sempre in Agente 007-  La morte può attendere del 2002 Halle Berry,  esce dall’acqua con un costume arancione. Ve la ricordate?

Ancora, Sue Lyon nell’indimenticabile interpretazione di Lolita e Brigitte Bardot in barca a Saint Tropez, che incantava il mondo intero con i modelli con il ferretto.

Ad oggi ogni donna possiede un bikini. Non dimentichiamo però che è grazie allo stilista che l’ha inventato e alle celebrità che hanno avuto il coraggio di indossarlo che noi adesso possiamo portarlo con tanta normalità. Evviva la giornata mondiale del bikini!

Se ti è piaciuto il racconto condividilo sui social in modo che possa tornare utile a più persone possibili! Se vuoi aiutarci, lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Instagram!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.